Dettagli/Details
Regime delle società di comodo: grava sul contribuente l'onere di provare l'impossibilità di conseguire i ricavi
A cura di Fulvio Graziotto

Una recente decisione della Commissione tributaria di Trento di secondo grado ha accolto l'appello dell'amministrazione finanziaria avverso il ricorso della società contribuente accolto dalla Commissione Tributaria Provinciale.

La vicenda riguardava una società proprietaria di un immobile concesso in locazione a canone inferiore a quello necessario a conseguire i ricavi minimi in base ai parametri vigenti per il reddito minimo delle società non operative.

La società aveva proposto ricorso sostenendo l'impossibilità di conseguire un canone nella misura richiesta dalle disposizioni, argomentando sulla base dell'attività stagionale del conduttore.

La Commissione di secondo grado ha invece ritenuto che l'eccepita stagionalità è una caratteristica di molti esercizi che operano in aree turistiche e che ciò non costituisce una valida ragione per disapplicare le disposizioni sul reddito minimo, in quanto il conduttore che esercita attività a carattere stagionale sa benissimo che i suoi ricavi annuali sono concentrati in un periodo più breve.

La decisione di locare a un canone inferiore a quello necessario a raggiungere i ricavi minimi è, a detta del giudice di secondo grado, una scelta imprenditoriale: quando non sono intervenute situazioni oggettive tali da rendere impossibile il conseguimento dei ricavi minimi, i valori determinati su base presuntiva dall'Ufficio in base ai parametri non possono essere contestati.

Come dire che l'imprenditore ha tre opzioni: 1) locare a canoni superiori ai minimi (se è possibile); 2) non locare (e magari mettere poi in liquidazione la società o affrontare una situazione di crisi); 3) contenere le perdite locando a canoni inferiori a quelli necessari a conseguire i ricavi minimi (ma in tal caso deve pagare le imposte anche su redditi inesistenti se non fornisce la prova dell'impossibilità di conseguire i ricavi minimi).

C'è però un punto da tenere bene in considerazione: la Commissione di secondo grado ha affermato che il contribuente non ha dato prova dell'impossibilità di conseguire nel mercato canoni pari almeno a quelli necessari per raggiungere il livello minimo di redditività previsto dalle disposizioni.

In sintesi, a prescindere dalla misura del canone effettivo pattuito, il contribuente ha l'onere di provare l'impossibilità di conseguire i ricavi minimi: in casi simili, una perizia asseverata su questo aspetto avrebbe probabilmente fornito alla società contribuente un argomento di maggior valore probatorio, con un epilogo di natura opposta e un probabile accoglimento dell'istanza di interpello disapplicativo che la società aveva presentato e che non era stata accolta.

Assistenza su questo argomento

Serve assistenza su questo argomento?

Può essere utile sapere che ci occupiamo anche di tutte le questioni e problematiche legali collegate, tra cui:

  • assistenza in sede stragiudiziale
  • assistenza in sede giudiziale e di contenzioso
  • azioni e tutela a difesa, esecutive e cautelari
  • consulenza
  • due diligence legale
  • esecuzione anche all'estero
  • pareri e raccomandazioni
  • revisione/stesura dei testi
  • ricerche di giurisprudenza sull'argomento
  • riduzione dei rischi legali
  • supporto operativo legale

Qui sotto trovi tutti i riferimenti dello Studio per contattarci con la modalità preferita:

Riferimenti

 

Studio Graziotto

Ufficio principale:
Via G. Matteotti, 194
18038 Sanremo IM
ITALY
Si riceve solo su appuntamento
(recapiti e corrispondenti in varie città)

Richieste:
Appuntamenti: In videoconferenza (Skype®, ecc.)
" In Studio a Sanremo
" Telefonici
" Presso il Cliente
Consulenza: Richiedi una Consulenza
Preventivi: Chiedi un Preventivo gratuito
Domiciliazioni: Domiciliazioni Tribunale di Imperia
Contattaci: Compila il modulo

Riferimenti:
Tel: 0184 189 4317
Fax: 0184 509 510
SMS: 348 001 7380
Email: info@studiograziotto.com
Web: http://www.studiograziotto.com

Prime informazioni e Tariffe:
Info e Tariffe: Informazioni di sintesi e tariffe
Assistenza giudiziale: D.M. Giustizia N. 55 2014 - Nuovi Parametri Forensi

Profilo del Titolare:
LinkedIn®: https://www.linkedin.com/in/fulviograziotto
Scheda di sintesi: Profilo professionale (sintetico)


©
Per aggiornarsi facilmente e rimanere in contatto Aggiornarsi è semplice: aggiungetemi ai vostri contatti e rimarremo in contatto più facilmente.
FacebookFacebook:https://it-it.facebook.com/public/Fulvio-Graziotto
Google+Google+: https://plus.google.com/u/0/+FulvioGraziotto
LinkedInLinkedIn:https://it.linkedin.com/in/fulviograziotto
TwitterTwitter:https://twitter.com/GraziottoFulvio
Memberships
Global Law ExpertsGLE:Global Law ExpertsExclusive Private Equity law expert in Italy with Global Law Experts
IR Global, world’s leading legal, accountancy and financial advisersIR Global:IR GlobalExclusive M&A Member in Italy with IR Global
AAALAAAL:http://www.avvocatiamministrativistiliguri.itAssociazione Avvocati Amministrativisti Liguri
AIDA-IFLAAIDA-IFLA:http://www.aida-ifla.itAssociazione Italiana di Diritto Alimentare
AIDENAIDEN:http://associazioneaiden.it Associazione Italiana di Diritto dell'Energia
Camera Civile di ImperiaCamera Civile: Camera Civile di Imperia
Coperture assicurative

Polizza assicurativa #IFL0006526.002587 conforme D.M. 22-9-2016 stipulata con MARSH SpA per i seguenti massimali (esclusi Canada e USA):

  • responsabilità civile professionale: massimale di € 2 milioni per sinistro e per periodo assicurativo
  • responsabilità civile terzi conduzione ufficio: massimale di € 500 mila per sinistro e € 2 milioni e per periodo assicurativo
  • responsabilità civile prestatori d'opera: massimale di € 500 mila per sinistro e € 2 milioni e per periodo assicurativo