Sul sito trovi molte informazioni, ma fai prima a contattarci: scoprirai in pochi minuti che possiamo essere lo studio legale giusto per le tue esigenze.
Dettagli/Details

L'abuso del diritto va valutato dal giudice di merito che può basarsi anche su presunzioni

Studio Graziotto L'abuso del diritto va valutato dal giudice di merito che può basarsi anche su presunzioni Decisione: Sentenza n. 5155/2016 Cassazione Civile - Sezione V

Classificazione: Tributario

Parole chiave: abuso del diritto - prove - presunzioni - procedimento logico

Il caso.

In una complessa vicenda societaria, in occasione della sottoscrizione di un contratto preliminare di cessione di partecipazioni sociali, veniva stipulato un patto di non concorrenza.

La transazione vedeva poi coinvolte altre società riconducibili allo stesso soggetto di riferimento, configurando l'operazione con società estere.

Così facendo, il corrispettivo pattuito per il patto di non concorrenza non veniva assoggettato ad IVA tra soggetti passivi italiani, ma attraverso il meccanismo di reverse charge non veniva applicata l'imposta da parte del percipiente italiano.

L'Agenzia delle Entrate riprendeva a tassazione un maggior imponibile di 16,5 milioni di euro, e notificava avviso di accertamento di rettifica parziale per oltre tre milioni di euro di imposta

La Commissione Tributaria Provinciale rigettava il ricorso della contribuente, ma in appello la Commissione Tributaria Regionale riformava la decisione e annullava l'atto impositivo, negando che la ricostruzione dei fatti operata dall'Ufficio avesse i crismi della prova indiziaria grave, precisa e concordante.

L'agenzia delle Entrate ricorre per la cassazione della sentenza di appello, e la Suprema Corte accoglie il ricorso, rinviando ad altra sezione della Commissione Tributaria Regionale per un nuovo esame.

Osservazioni.

La Cassazione ritorna sul procedimento che il giudice deve seguire riguardo alla prova per presunzioni, che si articola in due momenti: dapprima il giudice deve valutare ogni singolo elemento indiziario, e scartare quelli non rilevanti, cioè quelli privi dei caratteri di precisione e gravità.

Solo successivamente, con un secondo passaggio logico, il giudice deve procedere a una valutazione complessiva di tutti gli elementi presuntivi così isolati, e accertare se siano concordanti tra di loro, e accertare se la loro combinazione sia idonea a fornire quella prova presuntiva che non sarebbe raggiungibile con certezza considerando i singoli elementi.

La Corte, pur affrontando una questione riguardante la pretesa tributaria in tema di IVA, ha richiamato l'art. 37 del D.P.R. 600/1973 che riguarda però l'accertamento in materia di impooste sui redditi, il cui terzo comma recita: «In sede di rettifica o di accertamento d'ufficio sono imputati al contribuente i redditi di cui appaiono titolari altri soggetti quando sia dimostrato, anche sulla base di presunzioni gravi, precise e concordanti, che egli ne è l'effettivo possessore per interposta persona».

La Cassazione fonda, probabilmente, il suo ragionamento su un principio analogo a quello del nuovo art. 10-bis introdotto (a seguito dell'abrogazione dell'art 37-bis del D.P.R. n. 600/1973 che disciplinava le operazioni elusive) nello Statuto del contribuente (LEGGE 27 luglio 2000, n. 212), il quale recita: «Configurano abuso del diritto una o più operazioni prive di sostanza economica che, pur nel rispetto formale delle norme fiscali, realizzano essenzialmente vantaggi fiscali indebiti. Tali operazioni non sono opponibili all'amministrazione finanziaria, che ne disconosce i vantaggi determinando i tributi sulla base delle norme e dei principi elusi e tenuto conto di quanto versato dal contribuente per effetto di dette operazioni».

Disposizioni rilevanti.

Codice civile

Vigente al: 3-7-2016

CAPO IV Delle presunzioni

Art. 2727 - Nozione

Le presunzioni sono le conseguenze che la legge o il giudice trae da un fatto noto per risalire a un fatto ignorato.

Art. 2728 - Prova contro le presunzioni legali

Le presunzioni legali dispensano da qualunque prova coloro a favore dei quali esse sono stabilite.

Contro le presunzioni sul fondamento delle quali la legge dichiara nulli certi atti o non ammette l'azione in giudizio non può essere data prova contraria, salvo che questa sia consentita dalla legge stessa.

Art. 2729 - Presunzioni semplici

Le presunzioni non stabilite dalla legge sono lasciate alla prudenza del giudice, il quale non deve ammettere che presunzioni gravi, precise e concordanti.

Le presunzioni non si possono ammettere nei casi in cui la legge esclude la prova per testimoni..

Assistenza su questo argomento

Serve assistenza su questo argomento?

Può essere utile sapere che ci occupiamo anche di tutte le questioni e problematiche legali collegate, tra cui:

  • assistenza in sede stragiudiziale
  • assistenza in sede giudiziale e di contenzioso
  • azioni e tutela a difesa, esecutive e cautelari
  • consulenza
  • due diligence legale
  • esecuzione anche all'estero
  • pareri e raccomandazioni
  • revisione/stesura dei testi
  • ricerche di giurisprudenza sull'argomento
  • riduzione dei rischi legali
  • supporto operativo legale

Qui sotto trovi tutti i riferimenti dello Studio per contattarci con la modalità preferita:

About us - Riferimenti completi del nostro Studio Legale
Scopri i Riferimenti completi del nostro Studio Legale
Indirizzo e riferimenti per il contatto

 

 

 

 

 

 

 

Logo Studio Graziotto
Studio Graziotto

Ufficio principale:
Via G. Matteotti, 194
18038 Sanremo IM
IT Italy
Si riceve solo su appuntamento
(recapiti e corrispondenti in varie città)

Riferimenti:
Tel: 0184 189 4317 - 0184 509631
Fax: 0184 509 510
SMS: 348 001 7380
Email: info@studiograziotto.com
Web: 

Richieste:
Appuntamenti: In videoconferenza (Skype®, ecc.)
" In Studio a Sanremo
" Telefonici
" Presso il Cliente
Consulenza: Richiedi una Consulenza
Preventivi: Chiedi un Preventivo gratuito
Contattaci: Compila il modulo

Prime informazioni e Tariffe:
Info e Tariffe: Informazioni di sintesi e tariffe
Assistenza giudiziale: D.M. Giustizia N. 55 2014 - Nuovi Parametri Forensi

Profilo del Titolare:
LinkedIn®: https://www.linkedin.com/in/fulviograziotto
Scheda di sintesi: Profilo professionale (sintetico)

 

Scopri l'Indirizzo del nostro Studio Legale sulla mappa
I nostri uffici principali in Sanremo (Imperia)

 

Scopri il QR Code con i dati completi del nostro Studio Legale
QR Code con i dati di contatto completi

Leggendo il QR Code con il cellulare è possibile salvare nella rubrica i dati di contatto e l'URL al profilo con i riferimenti completi:

 

Scopri le Coperture assicurative del nostro Studio Legale
Coperture assicurative

Polizza assicurativa # IFL0006526.026917 conforme al D.M. 22-9-2016 stipulata con AIG Europe Limited - Responsabilità civile professionale per i seguenti massimali (esclusi Canada e USA):

  • responsabilità civile professionale: massimale di € 3 milioni per sinistro e per periodo assicurativo