Dettagli/Details
Infortuni sul lavoro: la Cassazione penale conferma il «principio di autoresponsabilità» del lavoratore.
A cura di Fulvio Graziotto

La Cassazione penale (sentenza n. 36882/2015 della V sez. penale) ha ripercorso il tema della responsabilità del datore di lavoro e dei lavoratori in caso di infortunio.

La sentenza, che riguardava il caso di un grave infortunio avvenuto in un impianto minerario a un lavoratore, con amputazione traumatica di un braccio, merita di essere letta integralmente.

In estrema sintesi, la Corte ha ricordato che il sistema della normativa antinfortunistica si è trasformato da un modello "iperprotettivo" interamente incentrato sulla figura del datore di lavoro investito di un obbligo di vigilanza assoluta sui lavoratori, a un modello "collaborativo" in cui gli obblighi sono ripartiti tra più soggetti, compresi i lavoratori.

In conseguenza del nuovo modello, il datore di lavoro è chiamato a valutare in via preventiva e a definire l'area di rischio, nonché a fornire tutti i mezzi idonei alla prevenzione e alla formazione dei lavoratori.

Sulla base della definizione dell'area di rischio, si individuano i criteri che consentono di stabilire se la condotta del lavoratore risulta appartenente o estranea al processo produttivo o alle mansioni di sua specifica competenza: si è quindi arrivati ad affermare i concetti di comportamento "esorbitante" (riguarda le condotte che fuoriescono dall'ambito delle mansioni, ordini, disposizioni, impartiti dal datore di lavoro nell'ambito del contesto lavorativo) e "abnorme" (che riguarda, invece, le condotte poste in essere in maniera imprevedibile dal lavoratore al di fuori del contesto lavorativo, che nulla hanno a che vedere con l'attività svolta).

Anche l'orientamento della giurisprudenza si dirige verso una maggiore considerazione della responsabilità del lavoratore (cd. "principio di autoresponsabilità" del lavoratore): si abbandona il criterio delle mansioni e si sostituisce con il parametro della prevedibilità intesa come dominabilità umana del fattore causale.

Quindi il datore di lavoro non ha più un obbligo di vigilanza assoluta rispetto al lavoratore, come in passato, ma una volta che ha fornito tutti i mezzi idonei alla prevenzione, egli non risponderà dell'evento derivante da una condotta imprevedibilmente colposa del lavoratore.

Nel caso deciso è stata confermata la condanna del datore di lavoro perché non aveva adempiuto agli obblighi di formazione, ma se tali obblighi fossero stati adempiuti sarebbe stato esente da responsabilità.

Assistenza su questo argomento

Serve assistenza su questo argomento?

Può essere utile sapere che ci occupiamo anche di tutte le questioni e problematiche legali collegate, tra cui:

  • assistenza in sede stragiudiziale
  • assistenza in sede giudiziale e di contenzioso
  • azioni e tutela a difesa, esecutive e cautelari
  • consulenza
  • due diligence legale
  • esecuzione anche all'estero
  • pareri e raccomandazioni
  • revisione/stesura dei testi
  • ricerche di giurisprudenza sull'argomento
  • riduzione dei rischi legali
  • supporto operativo legale

Qui sotto trovi tutti i riferimenti dello Studio per contattarci con la modalità preferita:

Riferimenti

 

Studio Graziotto

Ufficio principale:
Via G. Matteotti, 194
18038 Sanremo IM
ITALY
Si riceve solo su appuntamento
(recapiti e corrispondenti in varie città)

Richieste:
Appuntamenti: In videoconferenza (Skype®, ecc.)
" In Studio a Sanremo
" Telefonici
" Presso il Cliente
Consulenza: Richiedi una Consulenza
Preventivi: Chiedi un Preventivo gratuito
Domiciliazioni: Domiciliazioni Tribunale di Imperia
Contattaci: Compila il modulo

Riferimenti:
Tel: 0184 189 4317
Fax: 0184 509 510
SMS: 348 001 7380
Email: info@studiograziotto.com
Web: http://www.studiograziotto.com

Prime informazioni e Tariffe:
Info e Tariffe: Informazioni di sintesi e tariffe
Assistenza giudiziale: D.M. Giustizia N. 55 2014 - Nuovi Parametri Forensi

Profilo del Titolare:
LinkedIn®: https://www.linkedin.com/in/fulviograziotto
Scheda di sintesi: Profilo professionale (sintetico)


©
Per aggiornarsi facilmente e rimanere in contatto Aggiornarsi è semplice: aggiungetemi ai vostri contatti e rimarremo in contatto più facilmente.
FacebookFacebook:https://it-it.facebook.com/public/Fulvio-Graziotto
Google+Google+: https://plus.google.com/u/0/+FulvioGraziotto
LinkedInLinkedIn:https://it.linkedin.com/in/fulviograziotto
TwitterTwitter:https://twitter.com/GraziottoFulvio
Memberships
Global Law ExpertsGLE:Global Law ExpertsExclusive Private Equity law expert in Italy with Global Law Experts
IR Global, world’s leading legal, accountancy and financial advisersIR Global:IR GlobalExclusive M&A Member in Italy with IR Global
AAALAAAL:http://www.avvocatiamministrativistiliguri.itAssociazione Avvocati Amministrativisti Liguri
AIDA-IFLAAIDA-IFLA:http://www.aida-ifla.itAssociazione Italiana di Diritto Alimentare
AIDENAIDEN:http://associazioneaiden.it Associazione Italiana di Diritto dell'Energia
Camera Civile di ImperiaCamera Civile: Camera Civile di Imperia
Coperture assicurative

Polizza assicurativa #IFL0006526.002587 conforme D.M. 22-9-2016 stipulata con MARSH SpA per i seguenti massimali (esclusi Canada e USA):

  • responsabilità civile professionale: massimale di € 2 milioni per sinistro e per periodo assicurativo
  • responsabilità civile terzi conduzione ufficio: massimale di € 500 mila per sinistro e € 2 milioni e per periodo assicurativo
  • responsabilità civile prestatori d'opera: massimale di € 500 mila per sinistro e € 2 milioni e per periodo assicurativo